Biografia Fitzcarraldo 1982 Werner Herzog streaming

Produttore:

Biografia Fitzcarraldo 1982 Werner Herzog streaming

Produttore:
Fitzcarraldo 1982 Werner Herzog -DSDA

Biografia Fitzcarraldo 1982 Werner Herzog streaming

Se io abbandonassi questo progetto sarei un uomo senza sogni, e non voglio vivere in quel modo. Vivo o muoio con questo progetto”. (Werner Herzog)

Non è mai stato un personaggio amante del compromesso Werner Herzog, regista-simbolo del nuovo cinema tedesco e autore di capolavori come Aguirre furore di Dio (1972), Grizzly Man (2006), Nosferatu il Principe della notte (1979), Incontri alla fine del Mondo (2007) e tanti altri. Durante l’ennesimo stop sul set di Fitzcarraldo (1982), film che sarebbe diventato in breve il manifesto del regista, aveva commentato così la possibilità di ritornare alla civiltà a abbandonare la foresta peruviana dove aveva passato gli ultimi 2 anni: “Non dovrei più fare film, dovrei andare direttamente in manicomio. Nessuno riuscirà a convincermi ad essere felice di tutto questo”.

La storia della produzione e della realizzazione di Fitzcarraldo ha assunto negli anni anni i contorni della leggenda: ambientato agli inizi del XX secolo nell’Amazzonia peruviana, il film narra del pazzo desiderio di Jose Fermin Fitzcarraldo, personaggio ispirato ad un barone irlandese del caucciù realmente esistito, che aveva smantellato e ricomposto una barca grazie all’aiuto delle tribù indigene, per attraversare via terra un tratto impraticabile via fiume.

Biografia Fitzcarraldo 1982 Werner Herzog streaming

Nel film il sogno di Fitzcarraldo è quello di costruire un teatro d’opera in una missione nella giungla, al fine di portare Wagner, Caruso e Verdi agli indigeni. Per farlo deve trascinare una nave a vapore da 320 tonnellate su per una montagna e riportarla successivamente in acqua. Herzog, storicamente allergico agli stunt, decise di non optare per modellini in studio ed effetti speciali, ma di utilizzare ben 3 navi e girare nella foresta amazzonica, seguendo il dogma secondo il quale non vuole rappresentare la realtà ma piuttosto trasformarla, attraverso le lenti di quella che lui definisce “verità estatica”.

Rilassati e buona visione 

[contact-form-7 id="8141" title="Link Persi"]

potrebbero piacerti anche questi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *